A Follonica rinasce il cinema Astra | MaremmaOggi Skip to content

A Follonica rinasce il cinema Astra

Inaugurata la sala, completamente rinnovata, con un numero ridotto di poltrone, impianto audio dolby surround 7.1. Giovedì 24 novembre la visione del primo film
La sala del cinema Astra

FOLLONICA. Finiti i lavori di ristrutturazione del cinema Astra: giovedì 24 novembre la riapertura con la proiezione dei film. A rendere di nuovo fruibile la struttura sono stati David Mochi ed Enrica Farina, che dopo la nuova assegnazione avvenuta tramite gara, hanno investito nel cinema comunale per renderlo più moderno e confortevole.

Un super impianto dolby

La nuova concessione ha una durata di 15 anni, e i lavori di ristrutturazione sono stati fatti dal gestore. In particolare è stata sostituita la pavimentazione in gomma con un pavimento in laminato, verniciato il soffitto per rendere la sala ancora più buia, e installato un nuovo sistema audio, dolby surround 7.1.

David Mochi ed Enrica Farina

Montati anche nuovi arredi. La sala adesso ha un numero inferiore di poltrone, 194 in totale, proprio perché è stata data priorità alla comodità delle sedute e allo spazio tra i vari posti. La prima fila ha anche dei nuovi pouf poggia piedi.

Soddisfatto il sindaco Benini

«Ringraziamo David ed Enrica per il bel lavoro che hanno svolto – ha commentato il sindaco Andrea Benini – non è scontato continuare ad investire nel cinema dopo gli eventi degli ultimi due anni, che hanno pesato molto su questo tipo di attività. La crisi delle sale c’è, questo è indubbio, ma è fondamentale riuscire a trasmettere l’idea che andare al cinema non è come guarda un film da casa: l’esperienza è unica. Il buio, la possibilità di vedere un film insieme a tante altre persone e, soprattutto, la dimensione dello schermo, sono elementi che rendono la sala un luogo magico. Il paragone non regge: essere soddisfatti per aver visto un film su un tablet è come aver goduto della Cappella Sistina avendola vista su un francobollo».

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected