5 milioni di euro e il quartiere si rimette a nuovo | MaremmaOggi Skip to content

5 milioni di euro e il quartiere si rimette a nuovo

A gennaio si aprono i cantieri a Senzuno per un intervento finanziato con i fondi del Pnrr. Il Comune, con risorse proprie, sostiene la realizzazione di un parcheggio atteso da tempo dai cittadini
Follonica, quartiere Senzuno dall'alto con palazzi e pinete

FOLLONICA. Lo storico quartiere di Senzuno sarà più bello e accogliente. A breve, infatti, si apriranno i cantieri nel cuore della città del Golfo. Non appena il Tar si pronuncerà sul ricorso di una delle ditte che hanno partecipato al bando di gara per l’affidamento dei lavori. I tempi potrebbero slittare di circa un mese rispetto alla data di avvio prevista. Al più tardi il cantiere partirà verso la metà di gennaio.

I fondi arrivano dal Pnrr

Quella di Senzuno è una riqualificazione finanziata coi fondi del Pnrr per la rigenerazione urbana: circa 5 milioni di euro per in ampio progetto che il comune aveva presentato a gennaio.

Nel pomeriggio di ieri, 2 dicembre, è stato presentato il programma. In un incontro pubblico al quale ha partecipato il sindaco Andrea Benini, la giunta e l’architetto progettista e direttore dei lavori Jan de Clercq dello studio NuvolaB.

L’Amministrazione ha voluto sottolineare l’attenzione che verrà osservata per i mesi estivi: il cantiere si fermerà per non intralciare la stagione turistica.

«Si tratta di un intervento enorme per il quartiere e nel quale crediamo molto. Tengo a precisare che non vogliamo toccare l’estate – ha spiegato il sindaco Benini– e al 31 maggio è fissata la chiusura del primo stralcio di intervento. Il lavoro inizierà dalle prime tre traverse di via della Repubblica fino a via Solferino. Dopo si apre l’intervento sul primo tratto di via Repubblica, fino a via Firenze».

Terminati gli interventi nella parte centrale si prosegue con l’area del depuratore, per la realizzazione del parcheggio che vedrà la luce grazie alle risorse comunali (1 milione 300 mila euro).

Il sindaco Andrea Benini durante l’incontro

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati