35 vacche maremmane libere nei campi e sulle strade. Allarme a Scansano Skip to content

35 vacche maremmane libere nei campi e sulle strade. Allarme a Scansano

Allarme a Scansano, da due mesi il branco, dove ci sono anche tori, vaga libero fra campi e strade. Il sindaco ha fatto un’ordinanza, ma non è servita
Due vacche del branco che sta vagando libero vicino a Scansano
Due vacche del branco che sta vagando libero vicino a Scansano

SCANSANO. Allarme a Scansano, nella zona compresa fra Pancole, Polveraia e Montepò, per un branco di vacche maremmane, circa 35, che da un paio di mesi scorrazza libero fra i campi e le strade della zona. Alcune sono state fotografate anche a due passi dalla provinciale.

Vacche che, a quanto pare, sono scappate dalla zona dove erano al pascolo, abbattendo la recinzione. Fra loro ci sono anche alcuni tori.

E, oltre a danneggiare le colture dove si aggirano a caccia di cibo, sono anche molto pericolose. Si tratta di animali possenti, le femmine raggiungono i 6-7 quintali, i tori possono passare anche la tonnellata di peso e se un’auto dovesse sbatterci contro le conseguenze sarebbero molto gravi.

Un’auto viene semidistrutta quando sbatte in un cinghiale, che di media pesa 1-2 quintali, non ci vuole molto ad immaginare cosa potrebbe succedere nell’impatto con un animale 3-4 volte più grosso.

Il problema è stato segnalato da ottobre ed è noto all’Amministrazione.

Sono state fatte anche alcune riunioni con carabinieri forestali ed Asl che hanno portato, qualche settimana fa, all’emanazione, da parte del sindaco Bice Ginesi, ad un’ordinanza nei confronti del proprietario delle vacche stesse, di un’ordinanza per imporgli di catturarle e riportarle nei recinti.

Passati 15 giorni dall’ordinanza, le vacche sono ancora libere nella campagna. E nelle strade. E i residenti della zona sono preoccupati.

Uno dei tori del branco
Uno dei tori del branco

IL VIDEO

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da MaremmaOggi (@maremmaoggi)

 

Interrogazione dell’opposizione: «Cosa fa il Comune?»

Sulla vicenda è stata presentata un’interrogazione al sindaco da parte dei consiglieri di opposizione (Francesco Marchi, Claudio Chelli e Gianluca Mazzuoli).

«Egregio sindaco – scrivono i tre consiglieri -, come lei saprà sono ormai passati mesi da che un gruppo di vacche di pura razza maremmana, circa 35 bovini adulti, sta vagando liberamente nel territorio del Comune di Scansano esattamente tra Pancole e Polveraia».

«Come è ben immaginabile il vagare di questi animali crea sconcerto e preoccupazione tra i cittadini, perché tutto ciò è estremamente pericoloso dato che molto spesso nei loro spostamenti si trovano a vagare anche sulle strade. Inoltre, essendo animali bradi non sono certamente socievoli e sono sicuramente pericolosi per le persone che possono incontrarle».

«Lei almeno 20 giorni fa, su mia richiesta, mi aveva assicurato che dopo aver incontrato carabinieri forestali, polizia, servizio veterinario ecc., aveva trovato la soluzione».

«Abbiamo saputo che aveva anche incontrato le due associazioni ippiche di Pomonte per la cattura dei bovini, forse pregustando pure un bello spettacolo in stile western».

«Purtroppo, ad oggi il branco il branco di vacche continua a vagare libero, felice e selvaggio nelle campagne di Montepò causando danni a recinzioni, piante, orti, giardini, colture varie e campi seminati da poco, e quindi danni ai coltivatori della zona».

«Mi permetto di ricordarle che essendo l’ordinanza da lei emessa nei confronti del proprietario degli animali scaduta senza che vi fosse stata esecuzione e lei non interviene a surrogare quanto disatteso è corresponsabile dei danni causati».

«Chiedo quindi che voglia riferirci al prossimo consiglio comunale utile ed in presenza del primo firmatario della presente».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati