Vandali in azione: auto e ciclomotori danneggiati | MaremmaOggi Skip to content

Vandali in azione: auto e ciclomotori danneggiati

Notte di vandalismo in Zona Nuova, urla nella pineta di ponente fino all’alba: decine di ciclomotori buttati per terra, divelto un cestino e scaraventato contro un’auto
L’auto danneggiata dai vandali

FOLLONICA. Notte di follia nel quartiere Zona Nuova. Intorno alle tre di questa mattina, mercoledì 12 giugno,  sono state prese di mira le auto parcheggiate, le bici, i ciclomotori e gli arredi  in via Alonzo, via Santini e via Matteotti. A fare la scoperta verso le sei e mezzo del mattino un addetto ai servizi di sicurezza della Master Security Service, di ritorno a casa dopo il turno di notte. 

Spregi e danni immotivati

Nella prima sono stati buttati a terra tutti i ciclomotori, mentre a detta di un residente, nella pineta di ponente lì vicino, «urla da scimmia» hanno accompagnato parte della nottata.

In via Santini divelta una centralina Enel e danneggiate nuovamente bici e motorini soprattutto nel tratto compreso tra le traverse di via Verdi e via Alonzo.

La centralina dell’Enel danneggiata

In ultimo un cestino per i rifiuti, sbarbato con forza dalla sua sede, è stato lanciato contro il lunotto posteriore di un’auto in sosta. I carabinieri della stazione di Follonica sono intervenuti questa mattina all’alba, avvisati da un esercente che si recava ad aprire la sua attività. Al vaglio, come sempre, i filmati e le testimonianze dei residenti che sono stati svegliati dal rumore del vetro che si è frantumato sull’asfalto.

Che stagione ci aspetta

Dopo le innumerevoli auto rigate nelle scorse settimane lungo via Merloni, i vetri delle auto fracassati a sassate dello scorso anno, Follonica sembra che quasi abbia paura di cominciare la stagione turistica.

Complice il tempo instabile ovviamente, ma tutto alla fine contribuisce a rendere sempre più decisa la sensazione tangibile di incertezza che aleggia in città.

Autore

  • Chiara Pierini

    Collaboratrice di MaremmaOggi. Il turismo e l'accoglienza sono nel dna familiare, ma scrivere è l'essenza di me stessa. La penna mi ha accompagnato in ogni fase e continua a farlo ovunque ce ne sia la possibilità. Maremma Oggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik