Un tuffo nel passato con Follos 1838 | MaremmaOggi Skip to content

Un tuffo nel passato con Follos 1838

Sabato 28 agosto, dopo lo stop dettato dalla pandemia, Follonica fa un tuffo nel passato: la sfilata dei figuranti animerà la città del golfo
La scorsa edizione di Follos
La passata edizione di Follos

FOLLONICA.  Dopo due anni di stop, Follonica si prepara ad accogliere di nuovo la storica sfilata ottocentesca Follos 1838, a cura dell’omonima associazione che da molti anni rievoca la visita nel Golfo del granduca Leopoldo II di Lorena in occasione dell’inaugurazione della chiesa della ghisa, il 10 maggio del 1838.

Il ritorno del granduca Leopoldo II di Lorena

L’appuntamento è per sabato 28 agosto alle 21, con partenza dalla chiesa di San Leopoldo. Il corteo sfilerà per le vie della città insieme ai figuranti in abiti d’epoca, da nobili, passando per via Bicocchi, via Dante, sul lungomare e per via Roma, fino ad arrivare in piazza a Mare.

La presentazione di Follos
La presentazione di Follos

«Finalmente torniamo con il nostro storico corteo dopo un periodo di fermo dovuto alla pandemia – dice Elisabetta Fiorella, figlia dello storico presidente Gianni Fiorella, venuto a mancare nel 2021  – l’edizione di Follos 2022 ha il sostegno del Comune di Follonica, del bar Spinetti, di Damoka e di Skart che ringraziamo».
Follos 1838 è nata nel 2000 da un’idea di Rino Magagnini, Claudio Fucich ed Emilio Cellini, che hanno poi coinvolto Antonino Vella, Anna Toigo e don Enzo Greco. Negli anni l’evento è cresciuto fino al riconoscimento regionale, con l’apertura del Capodanno Fiorentino a marzo 2022.
Alla riuscita dell’evento, che vede il supporto tecnico di Cristina Riparbelli, contribuiscono Nevio Cerri del centro ippico Palazzi e le costumiste Arianna Semplici e Renata Marchionni.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected