Serie D, FolGav travolgente stende l’Ostia Mare Lido Skip to content

Serie D, FolGav travolgente stende l’Ostia Mare Lido

Al Malservisi-Matteini nell’ultima in casa del 2022, i biancorossoblù di Bonura con Giunta e Dierna regolano 2-0 i laziali. E la vetta è più vicina
La gioia di Giunta dopo il gol dell'1-0 contro l'Ostia Mare Lido
La gioia di Giunta dopo il gol dell’1-0 contro l’Ostia Mare Lido

BAGNO DI GAVORRANO. Prova più che convincente del FolGav: al Malserivisi-Matteini in una giornata ideale per una partita di calcio, su un campo a dir poco perfetto, i minerari di Bonura hanno giocato forse una delle migliori partite della stagione. L’Ostia Mare Lido, pur lottando fino alla fine, deve arrendersi per 2-0.

FOLLONICA GAVORRANO (433): Ombra; Battistelli, Dierna, Ampollini, Fremura; Pignat, Lepri (66’ Mininno), Giunta; Khiribech (63’ Pino), Marcheggiani (75’ Diana), Lo Russo (66’ Souare). A disposizione: Blundo, Turini, Del Rosso, Monticelli, Giovannucci. All. Bonura.

OSTIA MARE LIDO (4312): Borrelli, Talamonti (46’ Amendola), Sbardella (75’ Tirelli), Mazzei (80’ Pasqualoni), Pompei; Santarpia (46’ Metteoli), Gelonese, Succi; De Crescenzo; De Cenco, Milani. A disposizione: Di Giorgio, Santovito, Compagnone, Giusti, Potenziani. All. Galluzzo.

ARBITRO: Chieppa di Biella, assistenti Tragni di Matera, Mandarino di Bra.

RETI: 26’ Giunta (FG), 35’ Dierna (FG).

NOTE: campo in ottime condizioni; recupero pt 1’, st 5’; angoli 3-8; ammoniti De Cenco, Talamonti, Tirelli, Bonura, Gelonese.

Ottimo primo tempo per i minerari

GAVORRANO. Non si ferma la corsa del FolGav: con il 2-0 all’Ostia Mare Lido, quarta vittoria consecutiva, i biancorossoblù rimangono al terzo posto, e accorciano sulla Pianese capolista che ha impattato con il Grosseto. E mercoledì per i minerari la chiusura del girone d’andata in una sfida affascinante all’Ardenza contro il Livorno.

Senza il lungodegente Origlio, con Macchi squalificato e Barlettani che si è infortunato nell’amichevole del giovedì contro la Primavera dell’Empoli, si cercherà di recuperalo appunto per Livorno, Bonura preferisce Lepri a Del Rosso e si vede dall’inizio l’ultimo arrivato Pignat, che sarà autore di una buona gara. Il primo squillo al 5’.

Tiro di Marcheggiani senza troppe pretese. Ancora FolGav al 12’, punizione dai 25 metri, fallo su Khribech: Lo Russo a giro fa la barba al palo. La partita stenta a prendere ritmo. L’Ostia Mare Lido esce dal guscio al 20’: Gelonese quasi dal limite gira di testa, facile per Ombra. È comunque il FolGav a fare la partita. A

l 26’ Khribech reclama per un tocco di mano in piena area su un suo cross, l’arbitro fa continuare. Tre minuti e i minerari la sbloccano. L’attacco è tambureggiante, con la palla che sinistra a Giunta: il mediano si coordina e la mette al sette alla destra del portiere, 1-0.  I laziali provano a reagire: al 32’ il tiro dal limite di Gelonese è deviato in calcio d’angolo.

Il FolGav al 35’ raddoppia. Punizione da sinistra e dalla mischia in area è la testa di capitan Dierna a svettare e incrociare sul palo opposto per il 2-0. L’Ostia Mare Lido dopo un attimo di sbandamento attacca a testa bassa. Al 41’ gran diagonale di Milani, e Ombra compie la paratissima volando a deviare in calcio d’angolo. 

Ripresa FolGav in controllo

Nella ripresa il tecnico Galluzzo dell’OML ridisegna la squadra inserendo subito Amendola e Metteoli, passando alla difesa a 3. Pignat subito di testa non indirizza bene al 46’. Il FolGav controlla e parte in contropiede.

Al 57’ lungo e preciso lancio di Khiribech, Lo Russo controlla e poi ci prova in diagonale, largo di un soffio.

Al 64’ Lo Russo ancora al tiro, sempre fuori misura. L’Ostia Mare reclama per un contatto al 67’ fra Ampollini e De Cenco in area, anche in questo caso l’arbitro fa proseguire. Bonura decide di cambiare il Folgav: dentro Mininno e Souare.

Giunta al 69’ si mangia il tris: da centro area, quasi all’altezza del dischetto del rigore, si ritrova il pallone da indirizzare in porta, invece il tiro finisce alle stelle.

L’Ostia Mare però non molla e anzi prova in tutti i modi a riaprire la contesa. Al 78’ dopo un batti e ribatti in area, l’ultimo tiro finisce in porta, ma la bandierina del fuorigioco annulla tutto, tra le proteste laziali. Al 78’ il neo entrato Tirelli, dal limite, scheggia l’incrocio dei pali. E’ l’ultima vera emozione, con la difesa del FolGav che passa a 5 e difende in tutti i modi il risultato.

Emilio Dierna festeggiato dopo il gol del 2-0 contro l’Ostia Mare Lido

Le pagelle del FolGav

7 Ombra. Alcune parate decisive, ottima quella su Milani, e soprattutto sicurezza su tutti gli interventi.  

6 Battistelli. Non si stacca dalla linea difensiva e presidia la fascia di competenza.

7 Dierna. Il capitano dei minerari è l’anima della squadra: difende su tutti e segna il 2-0. Gladiatore.

7 Ampollini. La coppia centrale del FolGav sembra fatta al computer. Mai una sbavatura e interventi essenziali.

6,5 Fremura. Sta tornando ai livelli di quando era arrivato al Malservisi-Matteini e prima dell’infortunio. Qualche sgroppata interessante.

6,5 Pignat. Esordisce subito appena arrivato da Seregno, e sembra aver sempre giocato con il FolGav. Ha anche l’occasione di testa di segnare ma spreca malamente.

6 Lepri. Molto attivo all’inizio in un primo tempo comandato dal FolGav. Si spegne alla distanza anche se la sua partita rimane più che sufficente.

7 Giunta. Non fa rimpiangere gli assenti e ha il merito di sbloccare una partita tosta. Si mangia la doppietta. Gara di sostanza.

6 Khiribech. In crescita rispetto alle ultime uscite, e se il marocchino sale di giri ne beneficia tutta la squadra.

6 Marcheggiani. Rimane ingabbiato dai difensori romani che lo conoscono: lui però lotta e da il suo contributo

6 Lo Russo. Sfiora la porta su punizione, ma sembra essere entrato in riserva.

Pino. Oltre mezz’ora in campo, anche lui appena arrivato dal Varesina.

6 Souare. Entra e mette scompiglio con le sue accelerate, però il FolGav nel finale pensa a difendersi.

6 Mininno. Altro debutto con il centrale arrivato dal Barletta, buttato in mezzo a fare legna e cercare di dare una mano.

6 Diana. Con il suo ingresso la difesa del FolGav passa a 5, e i minerari chiudono a doppia mandata l’area di rigore.

 

Le partite della sedicesima giornata del girone E di serie D domenica 18 dicembre alle 14,30
Flaminiacivitacastellana-Mobilieri Ponsacco 3-1
FollonicaGavorrano-Ostia Mare Lido 2-0
Ghiviborgo-Seravezza Pozzi 0-3
Orvietana-Livorno 1-0
Pianese-Grosseto 1-1
Poggibonsi-Tau Altopascio 3-0
Sangiovannese-Montespaccato 3-0
Sporting Club Trestina-Arezzo 1-1
Terranuova Traiana-Città di Castello 2-2

 

La classifica P G Vi Pa Pe Gf Gs
Pianese 36 16 11 3 2 32 16
Arezzo 31 16 9 4 3 23 12
FollonicaGavorrano 30 16 8 6 2 26 16
Poggibonsi 29 16 9 2 5 33 17
Flaminia Civitacastellana 28 16 8 4 4 22 14
Livorno 25 16 7 4 5 17 15
Città di Castello 22 16 5 7 4 18 22
Sangiovannese 21 16 5 6 5 17 15
Serravezza Pozzi 20 16 5 5 6 18 19
Grosseto 19 16 5 4 7 13 15
Mobilieri Ponsacco 19 16 6 1 9 18 26
Ghiviborgo 18 16 3 9 4 16 19
Sporting Club Trestina 18 16 4 6 6 20 23
Ostia Mare Lido 18 16 5 3 8 12 18
Tau Altopascio 17 16 3 8 5 15 22
Montespaccato 15 16 4 3 9 8 16
Orvietana 13 16 3 4 9 11 22
Terranuova Traiana 12 16 3 3 10 14 26

 

La classifica marcatori
Regoli Vieri Poggibonsi 10
Lorenzo Benedetti Serravezza Pozzi 10
Gianni Riccobono Poggibonsi 9
Francesco Marcheggiani FolGav 8
Damiano Rinaldini Pianese 8
Michelangelo Nieri Mob.Ponsacco 8
Manuel Pera Ghiviborgo 7
Daniel Kouko Pianese 7
Esmeraldo Kondaj Pianese 6
Davide Lo Russo FolGav 6
Josè Abreu Flaminiacivitacastellana 6
Cristian Brega Tau Altopascio 5
Mattia Mencagli Mob.Ponsacco 5
Simone Tommasini Orvietana 5

 

 

Le partite della diciassettesima giornata, ultima d’andata, del girone E di serie D mercoledì 21 dicembre alle 14,30
Arezzo-Poggibonsi  
Città di Castello-Flaminiacivitacastellana  
Grosseto-Ghiviborgo  
Livorno-FollonicaGavorrano  
Mobilieri Ponsacco-Sangiovannese  
Montespaccato-Orvietana  
Ostia Mare Lido-Sporting Club Trestina  
Seravezza Pozzi-Terranuova Traiana  
Tau Altopascio-Pianese  

 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected