Profanate le tombe al cimitero | MaremmaOggi Skip to content

Profanate le tombe al cimitero

Vandali al camposanto di Caldana, spaccano le statue e sfregiano le lapidi. L’amministrazione invita a collaborare con le forze dell’ordine: «Si cercando testimoni»
I loculi presi di mira dai vandali

GAVORRANO – E’ stato un brutto inizio settimana per la comunità di Caldana. L’amministrazione comunale infatti ha informato tutta la cittadinanza che il cimitero comunale era stato preso di mira da dei balordi nella notte tra venerdì e sabato.

Tra venerdì e sabato il raid vandalico

Gli atti di vandalismo perpetrati contro le tombe, hanno provocato diversi danni come purtroppo i vasi di fiori rovesciati e rotti, ma soprattutto sono stati divelti ornamenti mentre alcune lapidi e monumenti funebri sono stati sfregiati con una totale mancanza di rispetto per i defunti.

«Questo gesto non ha solo deturpato il cimitero, ma ha anche ferito profondamente i sentimenti di chi ha i propri cari sepolti in questo luogo», dice la sindaca Stefania Ulivieri. «Un gesto vile e inqualificabile ha colpito un luogo sacro e di raccoglimento, arrecando dolore e sconcerto a tutta la comunità».

Il Comune sporge denuncia e chiede ai cittadini di collaborare

L’amministrazione comunale, mentre condanna fermamente questi atti di inciviltà ha sporto denuncia. Nel frattempo sono state invitate le persone che potrebbero essere in possesso di informazioni in merito a farsi avanti e a collaborare con le autorità.

«Rivolgiamo un appello a tutti i cittadini – dicono dal Comune – affinché rispettino i luoghi sacri e di memoria, valori fondamentali della nostra società perché solo attraverso il rispetto reciproco e la collaborazione possiamo costruire una comunità più sicura e coesa».

 

 

Autore

  • Chiara Pierini

    Collaboratrice di MaremmaOggi. Il turismo e l'accoglienza sono nel dna familiare, ma scrivere è l'essenza di me stessa. La penna mi ha accompagnato in ogni fase e continua a farlo ovunque ce ne sia la possibilità. Maremma Oggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik