Palazzo e giardino Granducale aperti alle visite | MaremmaOggi Skip to content

Palazzo e giardino Granducale aperti alle visite

La Pro loco ha incontrato i carabinieri forestali: turisti e visitatori potranno accedere al palazzo e al giardino non soltanto in occasione di Follos
Il palazzo del Granduca

FOLLONICA. Si preannuncia un’interazione innovativa tra il comando dei carabinieri forestali e la Proloco di Follonica, da poco riorganizzata con un nuovo organico.

Possibili aperture del palazzo Granducale

Il neo presidente Alessandro Biagioni ha infatti voluto un incontro ufficiale con i vertici del comando di Follonica, incontro che si è svolto venerdì 14 giugno, a cui hanno partecipato anche i comandanti di guardia di finanza, i vigili del fuoco, il sindaco Matteo Buoncristiani e l’ex sindaco Andrea Benini.

Lo scopo dell’incontro è stato quello di valutare la necessità di aprire il palazzo granducale alle visite guidate ben più di una volta l’anno, come già accadeva per gli eventi legati alla manifestazione Follos1883, ma con appuntamenti fissi e cadenzati per poterli far diventare un’attrazione utile alla promozione turistica e alla conoscenza della storia locale.

Pro loco e carabinieri insieme

«Abbiamo anche il palazzo di Leopoldo II di Lorena tra le cose che fanno di Follonica una meta da scoprire nelle basse stagioni – spiega il presidente Alessandro Biagioni – È vero che è sede della Forestale, ma è anche un bene che appartiene alla città e crediamo che debba essere accessibile per le visite; basta trovare la giusta modalità, convinti insieme che questa possibile soluzione porti beneficio per tutti».

Il comandante reparto carabinieri Biodiversità di Follonica Giovanni Quilghini, che ha fatto gli onori di casa a partire dalla visita del giardino, si è reso disponibile a concretizzare la richiesta arrivata dalla Proloco condividendo la bontà dell’idea di far conoscere più da vicino ciò che il suo reparto porta avanti in tema di salvaguardia del territorio e conservazione delle specie, sia arboree che animali.

Insomma, un incontro che lascia pensare ad una più vicina relazione tra i “militari dell’ambiente”, la storia e le radici del territorio al fine di creare una possibilità di ulteriore conoscenza per tutti coloro che vorranno approfondire gli argomenti e i temi d’interesse.

Autore

  • Chiara Pierini

    Collaboratrice di MaremmaOggi. Il turismo e l'accoglienza sono nel dna familiare, ma scrivere è l'essenza di me stessa. La penna mi ha accompagnato in ogni fase e continua a farlo ovunque ce ne sia la possibilità. Maremma Oggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik