Ladri in casa del proprietario del Faq | MaremmaOggi Skip to content

Ladri in casa del proprietario del Faq

La rabbia di Aldo Giuliani: «La zona fra il piazzale del circo, il cimitero e via Senese è piena di spacciatori. E nessuno controlla»
Aldo Giuliani e la porta spaccata
Aldo Giuliani e la porta spaccata

GROSSETO. Hanno sfondato una porta e sono entrati in casa, mettendola a soqquadro e portando via parecchia roba. Ma sono stati notati dal vicino che ha provato a bloccarli, ma senza riuscirci.

Però li ha visti bene: due ragazzi di colore, di età intorno ai 20 anni.

Erano, più o meno, le 18,45 di ieri, giovedì 3 febbraio.

Il colpo è andato in scena in casa di Aldo Giuliani, grandissimo fotografo e titolare del Faq. Anche lui abita a due passi dal locale. Era uscito per un’oretta, forse controllavano la casa.

I danni alla casa sono importanti e il bottino ingente. Hanno preso gioielli e un orologio Rolex. Oltre a mettere tutto a soqquadro.

Furto in casa, la rabbia di Aldo Giuliani

E lui, Aldo Giuliani, peraltro già arrabbiato in questo periodo per la chiusura forzata del locale, si è sfogato con un post.

«Grosseto bellissima? Grosseto sicura?!?! Mi sono appena entrati i ladri in casa e hanno fatto come gli pare negli ultimi anni. Li hanno pure visti Teniamola sta gente a giro e controlliamo le cose che non serve a niente controllare».

Poi, questa mattina, venerdì 4, mentre andava a fare la denuncia alle forze dell’ordine, dopo il sopralluogo in casa di ieri, la rabbia è cresciuta ancora di più, quando ha visto le forze dell’ordine impegnate a controllare la manifestazione studentesca in piazza Nassiryia.

Giuliani: «Si controllano i ragazzini e alcune zone sono nel degrado»

«Ieri pomeriggio, tra alle 18.45/19.15 ho subito un furto all’interno della mia abitazione. Le due persone erano due nordafricani di circa 20 anni, quasi presi dal mio vicino che purtroppo però non è riuscito a fermarli».

«Detto questo, stamattina esco per andare a fare denuncia dalle forze dell’ordine (perché ovviamente non si può più fare quando chiami per l’intervento) e in piazza Nassiryia vedo questo dispiegamento di forze con una pattuglia per tipo. Mi sono chiesto se ci fosse qualcosa di grave, visto che dove c’è la vera criminalità si fa fatica persino a richiedere un intervento. Con mio grande stupore trovo 20 ragazzini che protestano per tornare a scuola sostenendo che la Dad non è assolutamente sufficiente. Mamma mia che pericolosi criminali».

«In tutto questo, nella zona tra il piazzale del circo, il cimitero e via Senese è pieno di spacciatori. Belli sereni nelle case occupate che sono in malora e non sono mai state messe in sicurezza. Quelli non li andiamo a controllare? Quelli possono spacciare, rubare e vivere sereni? Però ovviamente se entri un bar per prendere un caffè ora manca solo che ti chiedano la denuncia dei redditi. Avete poco personale? Assumetelo.  Io pago le tasse e voglio stare tranquillo a casa mia».

«Sennò posso smettere di pagarle così quando vi mancherà lo stipendio a voi, ai politici e a tutti quelli che dovrebbero garantire con i miei soldi la mia sicurezza forse vi sveglierete! È la legge che è sbagliata perché non gli potete fare niente? Anche questo non è un problema mio. Sennò quando mi chiederanno le tasse per pagare i servizi che mi sono dovuti (legittima sicurezza in casa mia) risponderò che i soldi dei vostri stipendi, dei politici e di chi vive sulle spalle dello stato li hanno presi i ladri che mi sono entrati in casa».

Autore

  • MaremmaOggi

    nasce dall'idea di Guido Fiorini e Francesca Gori Notizie in tempo reale, turismo, economia, sport, enogastronomia, ambiente, informazione MaremmaOggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik