La spiaggia alle Rocchette non c’è più. IL VIDEO | MaremmaOggi Skip to content

La spiaggia alle Rocchette non c’è più. IL VIDEO

L’allarme dei proprietari dello stabilimento: «Chiediamo aiuto, a rischio l’intera struttura». Il Comune ha previsto un ripascimento

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. Già da settimane la situazione alla punta delle Rocchette, uno dei luoghi iconici del litorale di Castiglione della Pescaia, è da allarme rosso. Le mareggiate di questo inverno hanno praticamente “mangiato” la spiaggia e negli ultimi giorni l’acqua è arrivata a scavare sotto una struttura di un bagno, mettendone a rischio l’integrità.

La famiglia Bianchi è disperata: «Chiediamo aiuto»

«Stiamo vivendo giorni d’angoscia – dice Alessandra Bianchi, che insieme alla famiglia è titolare dello storico stabilimento – non sappiamo più come fare. I nostri interventi con i sacchi di sabbia, che abbiamo messo davanti alle colonne che sorreggono la struttura, non riescono a fermare la mareggiata. E nel fine settimana è previsto il picco: abbiamo paura che il bagno alla fine non regga».

La mareggiata al bagno Rocchette di questi giorni

Qualche anno fa infatti, il bagno alle Rocchette è stato ammodernato, con molte migliorie e ristrutturazioni: purtroppo però ad ogni inverno cambia tutto. Negli ultimi anni sono stati proposti progetti per mettere le barriere soffolte e arginare appunto le mareggiate, per dare sollievo alla spiaggia. Alcune associazioni ambientaliste però hanno protestato, con i ricorsi che ci sono stati vinti dall’amministrazione, che hanno però rallentato l’iter. Ora il tempo stringe per intervenire.

«La nostra è una vera richiesta d’aiuto anche alle istituzioni – dice ancora la Bianchi – alla Regione e agli enti preposti. A rischio ci sono anche tanti posti di lavoro, da noi durante l’estate siamo una ventina di persone. Abbiamo addirittura fermato le richieste di prenotazione degli ombrelloni, non possiamo sapere come siamo messi. Anche perché, negli ultimi anni, è bastata una sola mareggiata durante l’estate e la spiaggia non c’era più. Non possiamo lavorare così, con la preoccupazione perenne. L’isola soffolta ci serve assolutamente».

Il Comune va alla firma per il progetto di ripascimento

Il primo stralcio del primo lotto del Progetto di riequilibrio e ripascimento della costa di Castiglione della Pescaia, che prevede l’installazione delle isole soffolte dalla foce del fiume Bruna a punta Capèzzolo e al correlato ripascimento del valore di 4.734.393,00 euro interamente finanziato con fondi regionali e ministeriali, è stato aggiudicato, dopo un lungo iter burocratico e dopo due ricorsi vinti dalla pubblica amministrazione, al raggruppamento di imprese del settore Sales Spa e Zeta Srl. La firma definitiva del contratto ed il contemporaneo affidamento dei lavori è prevista per giovedì 28 marzo.

La data di fine lavori è prevista entro la primavera 2025, durante il periodo a maggio-settembre non potranno essere effettuati lavori.

Il secondo stralcio del primo lotto, già approvato in via definitiva, prevede il ripristino del pennello alla Foce del Bruna, il completamento dell’attività di ripascimento e la realizzazione dei pennelli in geo-tubi a nord di punta capezzolo fino a Riva del Sole.

Per quanto riguarda questo secondo lotto del valore di 3.233.000,00 euro l’amministrazione comunale sta facendo domanda di partecipazione al bando regionale PR Fesr 2021-2027 azione 2.4.3 “Mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico”.

Per quanto riguarda il secondo lotto del progetto, il riequilibrio e il ripascimento del tratto di costa da Punta Rocchette a Riva del Sole, è stato approvato il progetto preliminare dalla Regione Toscana, ma ancora devono essere fatte le obbligatorie valutazioni degli uffici competenti.

Condividi

WhatsApp
Facebook
Telegram
Email
LinkedIn
Twitter

Articoli correlati