La falegnameria del futuro con le macchine di Ofec | MaremmaOggi Skip to content

La falegnameria del futuro con le macchine di Ofec

L’azienda Ofec Srl Moulding & Contouring di Baccinello, da 60 anni è leader nella produzione di macchinari centri di lavoro a controllo numerico

di Lina Senserini

BACCINELLO (Scansano). Un paese di poche anime, sugli ultimi contrafforti del Monte Amiata, cresciuto intorno alle miniere di lignite nei primi del 900, abbandonato alla fine dell’attività estrattiva. Eppure  conosciuto in tutto il mondo perché nascondeva nelle sue viscere l’eccezionale scheletro fossile di un Oreopithecus bambolii, il più antico antenato dell’uomo.  

Baccinello, nel comune di Scansano, a dispetto delle sue dimensioni e dei suoi appena 200 abitanti, ospita anche un’altra eccellenza: la Ofec srl, un’azienda artigianale a conduzione familiare, leader internazionale nella realizzazione di macchinari per la lavorazione del legno.

Nel dettaglio contornatrici, fresatrici e altre macchine particolari, interamente pensate, progettate e costruite nei capannoni del piccolo paese, utilizzando le soluzioni più pratiche e originali che spesso si sono rivelate importanti novità nel settore.

Sono realizzate su misura per il cliente, che può essere la falegnameria artigianale o la grande azienda su scala industriale nazionale. 

Ofec srl: da 60 anni leader nella produzione di centri di lavoro a controllo numerico

La Ofec è stata fondata nel 1963 da Franco Ferrari e qui è rimasta, nella sede storica poco sopra al letto del torrente Trasubbie, al termine della strada lungo la quale si trovano le vecchie case dei minatori. Un’eccellenza che sarebbe più facile immaginare nelle periferie industriali delle città, vicine alle grandi vie di comunicazione, ma che invece si trova da sempre in questa piccola frazione, dove peraltro dà lavoro a 16 dipendenti

«Mio nonno Franco aveva una falegnameria qui a Baccinello, insieme ai fratelli. Era un uomo dinamico, pieno di idee e di iniziative», racconta Nicola Ferrari, 33 anni, che insieme al padre Riccardo (progettista-ideatore delle macchine), al fratello Filippo, allo zio Marcello e ai cugini Walter Moretti e Fabiana Ferrari, manda avanti l’azienda.

Lo staff di Ofec
Lo staff di Ofec

«Così, quando negli anni 60, il boom economico fece aumentare la richiesta di beni di consumo, tra cui anche mobili e arredamento, si mise a studiare un modo per produrre in serie i pianali in legno per le sedie. Essendo molto dotato per la meccanica, riuscì ad assemblare una piccola contornatrice, l’antenata di quelle che noi costruiamo oggi. Per la precisione una macchina a tavola rotante per la produzione di sedute in multistrato. Realizzava nella metà del tempo il doppio del prodotto, finito e pronto per essere montato sulla sedia».

Un’autentica rivoluzione che lanciò rapidamente l’attività sul mercato del mobile, con un aumento esponenziale di domanda e di lavoro. Franco Ferrari, quindi, si staccò dalla falegnameria di famiglia e fondò la Ofec. 

La contornatrice di Franco Ferrari
La contornatrice inventata di Franco Ferrari

Franco Ferrari, il pioniere delle contornatrici meccaniche

«Sul nome – riprende Nicola – ci sono due scuole di pensiero, mai del tutto chiarite. La prima è che sia l’acronimo di Officina fresatrici e contornatrici, la seconda, invece, Officina Ferrari e company, con la “e” al posto della “&”. Questa è una curiosità che ci piace raccontare, ma il punto vero è che mio nonno è stato un vero e proprio pioniere, uno dei primi in quegli anni ad avere il concetto della meccanizzazione spinta del lavoro, anche per le attività artigianali».

Grazie all’intuizione del suo fondatore, la Ofec si piazzò immediatamente da leader su questo nuovo mercato e vi rimase per oltre 20 anni. Poi, nell’ultimo decennio del secolo ci fu un nuovo passo avanti, con l’arrivo dell’elettronica, che nel giro di poto tempo ha portato l’azienda nel mondo del 4.0.

Ogni macchina è progettata e realizzata in azienda

«Non solo – riprende Nicola – ma in quel periodo abbiamo cominciato a mettere a punto ulteriori modelli di macchine anche per altre tipologie di lavorazioni, soprattutto nel settore del legno. Il punto di forza della Ofec, con mio nonno prima e con noi dopo, è la dinamicità, unita alla capacità innovativa: personale specializzato e macchinari all’avanguardia permettono di soddisfare con massima cura le specifiche esigenze della domanda, in forza di una produzione sempre su misura, nella quale l’artigianalità si fonda con la più moderna tecnologia», aggiunge.

«Per la parte elettronica e informativa, ci avvaliamo della collaborazione di tecnici specializzati, ma per tutto quanto riguarda la meccanica, dalla carpenteria alla verniciatura di un macchinario, è frutto del nostro lavoro insieme ai nostri dipendenti», precisa.

La countouring pentax e il pantografo che “ritaglia” i disegni su materiale multistrato 

La produzione verte in particolare su tre macchinari: l’evoluzione della contornatrice di nonno Francesco, ovvero la serie della Countouring pentax, utilizzata nei vari modelli per la rifinitura in serie dei lavelli in materiale sintetico. Attraverso un sistema di frese e foratrici, i lavelli grezzi vengono ripuliti da eventuali sbavature e lisciati, poi vengono fatti i fori per le viti, lo scarico, i rubinetti e il troppo pieno. A quel punto sono pronti per tornare al mobilificio per essere montati sulle cucine.

Gli altri macchinari messi a punto da Ofec sono le fresatrici-pantografo a CNC, adatte a una vasta gamma di contesti produttivi, dalla piccola alla grande industria. «macchine che offrono una precisione millimetrica nel taglio, foratura e fresatura dei materiali, consentendo una lavorazione uniforme», spiega Nicola.

«La programmabilità avanzata, inoltre, permette una dettagliata personalizzazione e apre la strada a una maggiore creatività nella progettazione. I macchinari si collocano ai vertici, soprattutto nel settore del taglio nesting per i fusti», aggiunge.

«Facciamo anche altri prodotti, come avvitatrici e foratrici, ma il core business sono le contornatrici e il pantografo. Il nostro plus, quello per cui i clienti ci cercano e tornano è la componente artigianale del nostro lavoro. Siamo in grado di fare macchine “su misura”, come un vestito di sartoria, per le imprese e i laboratori artigianali che ce ne fanno richiesta. Alcune macchine sono uniche, perché nessuna di essa è fatta in serie.



Ofec S.R.L. Moulding & Contouring

Logo Ofec

Via della Stazione, snc, 58054 Baccinello GR
  0564594036 – Fax 0564594728

info@ofec.it
http://www.ofec.it/






Condividi

WhatsApp
Facebook
Telegram
Email
LinkedIn
Twitter

Articoli correlati