Ferisce il rivale in amore con un forchettone | MaremmaOggi Skip to content

Ferisce il rivale in amore con un forchettone

Gli era stato imposto il braccialetto elettronico ma per avvicinarsi alla coppia lo aveva manomesso. Ora è in carcere
Il tribunale di Grosseto

GROSSETO. L’aveva maltrattata per anni, anche davanti al loro bambino di appena due anni. L’aveva picchiata, le aveva fatto scenate su scenate, l’aveva minacciata di morte. Ad aprile era riuscita a denunciarlo e a ottenere dal giudice il divieto di avvicinamento. Al marito violento era stato anche imposto il braccialetto elettronico. Non poteva avvicinarsi alla sua ex e non poteva nemmeno parlare con lei. 

La donna, che ha un nuovo compagno, sperava così di potersi rifare una vita: ma l’incubo si è materializzato di nuovo, la scorsa settimana, quando il 38ennesi è presentato nel bar gestito dall’attuale fidanzato della donna. 

Manomette il braccialetto elettronico

Che la relazione tra i due fosse finita già da un po’, non è bastato a tenere il trentottenne, difeso dall’avvocato Roberto Cerboni, lontano dalla donna e dal suo compagno, entrambi assistiti dall’avvocata Patrizia Pagano. L’uomo si è infatti presentato al bar gestito dal suo “rivale in amore” armato di un forchettone da cucina e una pistola. «Se continui a frequentarla, vi uccido entrambi», avrebbe detto all’attuale compagno della donna. 

Una volta rimasti fuori dal locale da soli, il trentottenne avrebbe colpito l’uomo con il forchettone, ferendolo alla mano: il gestore del locale aveva infatti alzato un braccio per ripararsi il volto e difendersi. Poi aveva ripreso a minacciarlo di morte. 

Il titolare del bar aveva così richiesto l’intervento della polizia: era arrivata sul posto la squadra mobile che però non aveva trovato il trentottenne, arrestato qualche giorno dopo, su ordinanza del giudice Sergio Compagnucci, che ha aggravato la misura cautelare disponendo il carcere. 

Il trentottenne, con ogni probabilità, aveva manomesso il braccialetto elettronico che risultava spento dalla sera dell’aggressione al bar. Ora è in carcere. 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected