Cinque progetti per migliorare la città - IL VIDEO | MaremmaOggi Skip to content

Cinque progetti per migliorare la città – IL VIDEO

Grosseto al centro lancia le Olimpiadi della partecipazione: manutenzione di strade, marciapiedi e verde ma anche accoglienza degli studenti americani per rilanciare l’economia. Ecco come fare

GROSSETO. A Grosseto cominciano le “Olimpiadi della partecipazione”. Grosseto al centro presenta 5 proposte per introdurre le consulte per la salute, per gli animali e per il verde, un piano pubblico di manutenzione di strade e marciapiedi e per portare centinaia di studenti nordamericani a vivere e studiare in città.

Da martedì 8 novembre i grossetani potranno andare a firmare in Comune per le 5 proposte di deliberazione di iniziativa popolare e troveranno, per tutta la giornata oltre che giovedì 10 novembre, il gazebo di Grosseto al centro che sarà aperto accanto al Duomo per raccontare il progetto lanciato dall’associazione.

Grosseto apripista per il resto d’Italia

Per la prima volta nella storia di Grosseto, ma anche per la prima volta nel resto d’Italia, da martedì 8 novembre i grossetani potranno recarsi in Comune per firmare in un colpo solo fino a 5 proposte di deliberazione di iniziativa popolare. Proposte che vincolano l’amministrazione comunale a: 

  •  realizzare un piano di manutenzione e riqualificazione di strade e marciapiedi on-line, facilmente accessibile e comprensibile per tutti i cittadini;
  • contattare l’Association of American College and University Programs in Italy (l’associazione italiana che ogni anno porta 38mila studenti statunitensi e canadesi in Italia) al fine di portare centinaia di studenti stranieri a vivere e a studiare a Grosseto, aiutando in questo modo l’economia a crescere;
  • istituzionalizzare tre consulte che, attraverso il coinvolgimento delle associazioni, dei rappresentanti delle professioni e del mondo della scienza e della scuola, offrano contributi a costo zero per aiutare il Comune a gestire al meglio tre importanti temi quali: la nostra salute, i nostri amici animali e quelli un po’ meno fortunati, la cura del verde pubblico.

«Non si tratta di semplici petizioni – spiegano da Grosseto città aperta – ma di proposte di deliberazione vere e proprie: firmando, i cittadini vestiranno in termini propositivi i panni degli assessori e dei consiglieri comunali».

Al raggiungimento delle 100 firme necessarie per ciascuna proposta, tre di esse seguiranno un iter che le porterà direttamente alla discussione e alla votazione nel parlamento cittadino, il consiglio comunale, mentre le altre due andranno direttamente all’esame del governo della città, la giunta comunale.

Come firmare

Per firmare è necessario essere cittadini maggiorenni iscritti alle liste elettorali del Comune di Grosseto e ci si dovrà recare, muniti di un documento d’identità, al Palazzo Comunale in piazza Duomo n. 1 (al primo piano, presso gli uffici oltre la porta a vetri), dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30, il martedì e il giovedì anche dalle ore 15.30 alle ore 17.30.

Per l’occasione, nelle giornate di martedì 8 e giovedì 10 novembre, Grosseto al centro sarà presente con il proprio “Gac_zebo” accanto al Duomo, per  dare informazioni, aiutare le persone a firmare, raccogliere segnalazioni e proposte dalla cittadinanza.

«La nostra missione – aggiunge Grosseto al centro – è da sempre quella di dare voce ai grossetani nelle scelte che interessano la propria città. L’invito è quello di partecipare compiendo un gesto che oggigiorno potremmo definire “olimpionico”: firmiamo per migliorare Grosseto insieme»

Per maggiori informazioni potete chiamare il 392 063 3336 o scrivere attraverso il sito www.grossetoalcentro.it. 

I testi delle cinque proposte

Clicca qui per il piano di manutenzione di strade e marciapiedi.

Clicca qui per portare centinaia di studenti nordamericani a vivere e studiare a Grosseto.

Clicca qui per l’istituzione della Consulta per la salute.

Clicca qui per l’istituzione della Consulta per gli animali.

Clicca qui per l’istituzione della Consulta per il verde.

 

 

Condividi

WhatsApp
Facebook
Telegram
Email
LinkedIn
Twitter

Articoli correlati

error: Content is protected