Autolinee fa dietrofront, torna il bus da Albinia ai paesi del tufo Skip to content

Autolinee fa dietrofront, torna il bus da Albinia ai paesi del tufo

Dopo le proteste dei sindaci, grazie alla Provincia, torna il bus che collega Grosseto e la costa alla zona del tufo
Un autobus in Maremma (foto dal sito Tiemme)
Un autobus in Maremma (foto dal sito Tiemme)

GROSSETO. Torna il bus per i paesi del tufo. Tra le variazioni annunciate da Autolinee Toscane ed entrate in vigore in questi giorni c’è la riattivazione dei collegamenti con Pitigliano su cui si erano battuti nei mesi scorsi i sindaci dell’Unione Colline del Fiora, opponendosi con fermezza alla soppressione della linea PT5.

I sindaci si erano rivolti al presidente della Provincia di Grosseto chiedendo un supporto politico per rivedere le scelte fatte con Autolinee Toscane, in modo da tenere conto non solo della necessità di razionalizzare i costi ma anche delle particolari esigenze delle aree interne già penalizzate da una rete viaria fragile.

La vecchia linea PT5 trasformata in due collegate

Alla luce di queste richieste, le modifiche introdotte da Autolinee Toscane e attive dal 7 gennaio, di fatto ripristinano gli orari che erano in vigore prima della soppressione della ex linea PT5 adesso trasformata in due linee chiamate 18P (Semproniano, Castell’Azzara Pitigliano) e 41P (Pitigliano, Albinia, Grosseto).

Sulla linea 41P è stata riattivata la corsa delle 19 e 22 che parte da Albinia verso Manciano, prosegue a Pitigliano e attraverso la coincidenza della linea 18P arriva a Sorano alle 20 e 30 per poi ripartire da Sorano e fare il percorso inverso fino ad arrivare ad Albinia alle 21 e 40.

La corsa feriale della linea 18P con partenza da Castell’Azzara alle 19 e 20 è stata anticipata alle 17 e 15 per garantire la coincidenza con la linea 41P che parte da Pitigliano alle 18 e 20 per raggiungere Albinia.

Torna il bus per il tufo, soddisfatti i sindaci

«Dopo la gara che ha portato al gestore unico del Tpl su gomma per tutta la Toscana – afferma Francesco Limatola, presidente della Provincia – la Provincia di Grosseto di concerto con i Comuni ha proposto al nuovo gestore una serie di correttivi su orari e tratte dell’extraurbano, per andare incontro alle esigenze delle comunità che erano state più penalizzate dalla riorganizzazione del servizio. Il ripristino dei collegamenti dell’area del Tufo è senza dubbio un bel risultato che dimostra quanto sia importante operare in sinergia in un confronto costante con i territori».

Soddisfazione è stata espressa dai sindaci dell’Unione: «Ci è stato restituito un servizio che avevamo – afferma Giovanni Gentili, sindaco di Pitigliano – e per il quale ci siamo battuti in tutti questi mesi. La Provincia ha accolto e recepito le nostre richieste dimostrandosi un interlocutore attento e affidabile. Ringrazio anche le organizzazioni sindacali dei trasporti che ci hanno accompagnato e supportato in un dialogo costruttivo con la Provincia e Autolinee Toscane».

«L’Unione dei Comuni delle Colline del Fiora anche alla luce del recente riconoscimento come area interna, – afferma il sindaco di Sorano Pierandrea Vanni, presidente dell’Unione dei Comuni Colline del Fiora – ha indicato fra le priorità una maggiore e migliore mobilità al servizio degli studenti che vengono anche da fuori regione, dei cittadini che debbono raggiungere servizi e attività lavorative e per una maggiore fruibilità turistica».

«Il ripristino del collegamento Tpl da Albinia a Sorano via Manciano e Pitigliano, cancella un taglio penalizzante e ne va dato atto alla Provincia e al suo presidente. Inoltre si pone nella giusta direzione alla quale vogliamo dare anche il nostro contributo».

«Abbiamo raggiunto un risultato molto importante -afferma il sindaco di Manciano, Mirco Morini con grande soddisfazione –  grazie alla sinergia messa in atto da tre sindaci dell’U.C., con la collaborazione del Presidente della Provincia, Francesco Limatola, che ha recepito le nostre istanze e si è attivato dimostrando grande sensibilità verso i nostri territori».

«La mobilità per le aree interne è una priorità assoluta sulla quale continueremo a lavorare tutti insieme per migliorare e garantire i servizi ai nostri cittadini. Concludo ringraziando nuovamente la Provincia e Autolinee Toscane per aver trovato una soluzione a questo annoso problema».


LEGGI TUTTO

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected