È morto l'artista Nilo Bacherini | MaremmaOggi Skip to content

È morto l’artista Nilo Bacherini

Nato a Grosseto nel 1929, Bacherini ha frequentato le botteghe dello scultore Ivo Pacini e di Carlo Gentili, per aderire poi al gruppo della Chimera
La Casa Rossa di Nilo Bacherini e una sua foto
La Casa Rossa in un’opera di Nilo Bacherini e un’immagine dell’artista

GROSSETO. È morto, all’età di 93 anni, Nilo Bacherini, grandissimo pittore, scultore e grafico maremmano.

Bacherini frequentava la bottega di Carlo Gentili

Nato a Grosseto nel 1929, Bacherini ha frequentato le botteghe dello scultore Ivo Pacini e di Carlo Gentili, per aderire poi al gruppo della Chimera con cui ha esposto nel 1952, alla Prima Mostra Sindacale, presentando sculture e disegni. Nel 1954, chiusa la Galleria della Chimera, ha organizzato la sua prima personale alle Salette Caravaggio in piazza della Vasca, allestendo anche una sezione espositiva dedicata alle opere del fratello.

Nello stesso anno si è iscritto al sindacato artisti. Nel 1955 ha partecipato alla Mostra del Realismo e dall’inizio degli anni sessanta si è dedicato definitivamente alla pittura, cominciando a esporre in tutta Italia.

Da questo momento Bacherini ha accompagnato la sua attività di pittore con quella di organizzatore di eventi culturali, impegnandosi nella direzione del sindacato degli artisti aderenti alla CGIL (Federazione Lavoratori Arti Visive) e promuovendo mostre (“Arte contro”, Grosseto 1970; “L’immagine critica in Toscana”, Grosseto 1975 – riproposta nel 1976 a livello regionale; “Museo mobile”, Grosseto 1984; “I Ras- segna provinciale Carlo Gentili”, Grosseto 1997) ed editoria specializzata (“Corriere delle Arti”, Il paese reale, Grosseto 1980-1982). Nel 1988 ha costituito con amici l’associazione Identità maremmana, con lo scopo di valorizzare la memoria storica relativa al territorio. (da E. Crispolti, a cura di, Arte in Maremma nella prima metà del Novecento, Silvana Ed., Milano, 2006, p.404)

Nel 1996 progetta e coordina con il Comune di Grosseto la prima Rassegna Provinciale di Arti Figurative “Carlo Gentili”.

Partecipa attivamente alla vita culturale della Maremma, con interventi scritti su quotidiani e periodici – relativi alla creatività artistica – occupandosi anche dell’organizzazione di rilevanti eventi settoriali. Nel 2003 una sua idea, relativa all’organizzazione di una Rassegna “sugli anni Trenta” finalizzata a fissare le “radici” dell’arte in maremma, viene, tramite l’Assessore Annarita Bramerini, avocata dall’Amministrazione Provinciale e affidata al prof. E. Crispolti, che ha ampliato il periodo da analizzare: dal 1885 al 1955 compreso. La Rassegna – “Arte in Maremma nella prima metà del ‘900” – avrà una seconda edizione che dal 1955 arriverà all’oggi.

Nel 2005 ricostituisce l’associazione “Identità Maremmana” con la quale progetta la Rassegna d’arte contemporanea “Omaggio a L.P. Bonelli” e, in collaborazione con la Banca Nazionale del Lavoro di Grosseto, la collettiva “Telethon”- Artisti Maremmani per la vita.

Nel 2011 progetta e coordina la mostra collettiva “Creatività artistica ecce… 150° anno” presso il palazzo del Governo di Grosseto.

Per molti anni ha lavorato e si è battuto per la costituzione della Pinacoteca d’Arte Moderna e Contemporanea della Maremma.

QUI IL SITO CON LE SUE OPERE

Bacherini, il ricordo di Mauro Papa

Mauro Papa, del Polo delle Clarisse, lo ricorda così: «Ci ha lasciato anche Nilo Bacherini. In questa immagine siamo insieme dentro la galleria del Cedav in Via Mazzini, all’inaugurazione di una sua mostra.

Nilo Bacherini con Mauro Papa
Nilo Bacherini con Mauro Papa

Gli devo molto: quando ero un giovane storico dell’arte fu lui a chiamarmi a Grosseto (abitavo a Roma) per farmi curare una mostra e introdurmi nell’ambiente degli artisti locali. Era schietto e generoso, un amico sincero, pieno di entusiasmo e privo di malizie. Aveva perso il fratello pittore sotto i bombardamenti di Grosseto e lo cercava ogni giorno, dal 1945 ad oggi, in tutte le cose belle che lo circondavano e che si sforzava di creare. Abbraccio Bruno Bacherini e tutta la sua famiglia».

Bacherini, il cordoglio di Annarita Bramerini

«Faccio le mie più sincere e sentite condoglianze – dice direttrice della Cna, Annarita Bramerini – alla famiglia di Bacherini per la perdita di Nilo. Un grande artista con il quale ho avuto il privilegio di lavorare anni fa, per l’organizzazione di una mostra sulla cultura del Novecento a Grosseto».

«Da quel momento abbiamo stretto un rapporto prima professionale, poi di grande stima e amicizia, che ci ha portato ad organizzare una mostra nel palazzo del consiglio regionale, nel periodo in cui ho ricoperto il ruolo di assessore, ed ad incontrarci anche di recente, per la mostra a lui dedicata nel 2017 alla chiesa dei Bigi di Grosseto. Con Nilo Bacherini se ne va un testimone della storia e della cultura del nostro territorio, della città di Grosseto in particolare: una persona che dobbiamo continuare a valorizzare, per il racconto straordinario che ha fatto della nostra terra».

Autore

  • MaremmaOggi

    nasce dall'idea di Guido Fiorini e Francesca Gori Notizie in tempo reale, turismo, economia, sport, enogastronomia, ambiente, informazione MaremmaOggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik